Ambiente

Dal coordinamento Agende 21 un documento per il Ministero dell’Ambiente

«La Strategia nazionale per lo Sviluppo sostenibile è una tappa importante per l’Italia, ma alla fine la declinazione concreta poi si fa sui territori e nelle nostre città: è qui che ogni giorno siamo impegnati a disegnare politiche pubbliche che contemplino gli obiettivi di Agenda 2030 e a sviluppare con fatica azioni e progettualità che muovano in questa direzione». È il monito rivolto al Governo dal Coordinamento Agende 21 locali italiane – quasi 420 realtà tra Regioni, Province e Comuni –, che ha chiuso a Mantova la sua 20a Assemblea.

Read more...

Rifiuti marini, il 95% è di plastica

Il 95% dei rifiuti marini è costituito da materie plastiche che inquinano coste, superficie e fondali marini. Ogni anno 8 milioni di tonnellate di soli materiali plastici finiscono in mare: questo vero e proprio ‘highlander’ naviga con 150 milioni di tonnellate sparse nei mari di tutto il mondo.

Read more...

Clima, ambiente, energia. Il documento di Lione Italia - Francia

Bilaterale Italia Francia di Lione. I due paesi hanno ribadito "la loro volontà comune di dare piena e completa attuazione all'accordo di Parigi” sul contrasto ai cambiamenti climatici.
E’ quanto si legge nel documento sulle posizioni comuni nei settori dell’Ambiente e dell’Energia. I due Paesi, ricordano i ministri Gian Luca Galletti, Carlo Calenda e Nicolas Hulot, “sono stati tra i primi a ratificare l’accordo raggiunto alla Cop21 di Parigi e ribadiscono che il raggiungimento di quegli obiettivi necessita la mobilitazione di tutti gli attori pubblici e privati”.

Read more...

Inquinamento da Pfas, Zaia chiede lo stato di emergenza

Il presidente della regione Veneto, Luca Zaia, ha chiesto per lettera al presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, e ai ministri della Salute, Beatrice Lorenzin, e dell'Ambiente, Gianluca Galletti, la dichiarazione dello Stato di Emergenza per l'inquinamento da sostanze perfluoroalchiliche Pfas.

Read more...

Pfas, gli impegni del Governo

“Credo non ci sia mai stato un impegno tanto serio e determinato sui PFAS quanto quello messo in campo dal ministero dell’Ambiente e più in generale dai governi Renzi e Gentiloni in questi anni. Oggi ci sono standard di qualità ambientale per le acque superficiali e sotterranee che includono per la prima volta anche i PFAS, c’è un grande lavoro tecnico e scientifico con gli esperti del Ministero a disposizione delle Regioni per l’individuazione delle migliori strategie a protezione dell’ambiente e della salute dei cittadini, ci sono soprattutto i fondi statali per le infrastrutture e l’approvvigionamento idrico di acqua non contaminata per la Regione Veneto.

Read more...

Amazzonia, scoperte 381 nuove specie

Un nuovo report di WWF e Mamirauà Institute for Sustainable Development rivela che in Amazzonia vengono scoperte nuove specie animali e vegetali alla media di una ogni due giorni, un tasso mai osservato in questo secolo. Tra il 2014 e il 2015 sono ben 381 le nuove specie scoperte: 216 piante, 93 pesci, 32 anfibi, 20 mammiferi (due dei quali fossili), 19 rettili e un uccello.

Read more...

Siccità, stato d'emergenza in Lazio e Umbria. A rischio Marche e Toscana

L’Osservatorio del Distretto Idrografico Appennino Centrale ha aggiornato il quadro delle dichiarazioni dello stato d'emergenza approvate con due distinte delibere dal Consiglio dei Ministri dello scorso 7 agosto. Nel corso della riunione straordinaria di giovedì scorso è stato infatti dichiarato lo stato di emergenza per le crisi idriche che interessano le Regioni Lazio ed Umbria e le Regioni Marche e Toscana hanno avanzato la richiesta di dichiarazione dello stato d'emergenza, la cui istruttoria è attualmente in corso.

Read more...

Uccisione Orsa Kj2, WWF: la peggior fine possibile

13 agosto, l'abbattimento dell'orsa Kj2 in Trentino ad opera delle guardie provinciali è realtà. Durissime le reazioni degli animalisti e delle associazioni ambientaliste. Commenta il WWF: "Non può essere l'orsa a pagare con la vita errori umani. Avevamo diffidato la Provincia a procedere con l'abbattimento, perché inutile è senza ritorno, ma evidentemente le pressioni politiche sono state più forti del buon senso".

Read more...

Goletta Verde, 800 le specie aliene nel Mediterraneo

Il Mar Mediterraneo non gode di ottima salute: mala depurazione, rifiuti galleggianti, ma anche i cambiamenti climatici e illegalità ambientali minacciano sempre di più il Mare Nostrum oggi in forte sofferenza. È quanto denuncia Goletta Verde 2017 di Legambiente che, nel bilancio finale del suo viaggio lungo i 7.412 chilometri di costa, ci restituisce un quadro poco rassicurante: su 260 punti campionati lungo tutta la costa italiana, sono 105 – pari al 40% - i campioni di acqua analizzata risultati inquinati con cariche batteriche al di sopra dei limiti di legge.

Read more...
Subscribe to this RSS feed

Sezioni

Economia

Lifestyle

Green

 

Chi siamo

Seguici