Numeri, politiche e scenari

Strategia italiana sulla bioeconomia, pronti, via!

Ieri presso la sede del Consiglio Nazionale delle Ricerche a Roma è stata ufficialmente presentata la strategia nazionale sulla bioeconomia, in concomitanza con la Giornata Informativa Nazionale del bando 2017 dell’iniziativa Bio Based Industries Joint Undertaking – BBI JU. Obiettivo, entro il 2030 aumentare del 20% il valore della produzione e del 15% l'occupazione nel settore.

Read more...

G7 Energia, gli Usa si sfilano

Si è svolto a Roma il 9 e 10 aprile il G7 Energia, che si è concluso senza una dichiarazione congiunta da parte dei ministri dei 7 Paesi. Lo ha annunciato il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda durante la conferenza stampa di chiusura spiegando che "non è stato possibile firmare una dichiarazione congiunta su tutti i punti" dal momento che "l'amministrazione Usa si trova in un processo di revisione" della politica energetica in particolare sul tema del climate change e dell'accordo di Parigi.

Read more...

Presentata proposta di Strategia sviluppo sostenibile

Il 21 marzo il Ministero dell’Ambiente ha presentato agli interlocutori della società civile, della ricerca, dell’economia e delle istituzioni una proposta di Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile, che mira a mobilitare le energie di tutto il Paese nell’attuazione dell’Agenda 2030, approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel dicembre 2015.

Read more...

Federmanager: dalla riduzione di CO2 risparmi per 1,5 mld di euro

Con un adeguato ciclo di investimenti dal 2020 al 2030 la dipendenza energetica dall’estero si abbasserà dall’84% al 64%, riducendo la bolletta di 3-4 miliardi di euro rispetto allo scenario tendenziale. Inoltre, con un’accelerazione del processo di decarbonizzazione, l’Italia vedrebbe le proprie emissioni di anidride di origine energetica ridursi al 2030 di 94 milioni di tonnellate rispetto al 2015 (-28%), e ciò genererebbe un risparmio di 1,5 miliardi di euro.

Read more...

Rapporto Bes 2016: il benessere equo e sostenibile in Italia

L'Istat ha diffuso la quarta edizione del Rapporto Bes, Rapporto sul Benessere equo e sostenibile, che offre un quadro integrato dei principali fenomeni economici, sociali e ambientali che caratterizzano il nostro Paese, attraverso l'analisi di un ampio set di indicatori suddivisi in 12 domini: Salute, Sicurezza, Istruzione e formazione, Benessere soggettivo, Lavoro e conciliazione dei tempi di vita, Paesaggio e patrimonio culturale, Benessere economico, Ambiente, Relazioni sociali, Ricerca e innovazione, Politica e istituzioni, Qualità dei servizi.

Read more...

Energia pulita per tutti gli europei

La Commissione europea ha presentato oggi un pacchetto di misure nell'ambito dell'azione "Energia pulita per tutti gli europei" volte a mantenere l'Unione europea competitiva in questa fase di transizione all'energia pulita che sta trasformando i mercati mondiali dell'energia.
Le proposte della Commissione  sono concepite per mostrare che la transizione all'energia pulita è il settore in crescita del futuro.

Read more...

Donald Trump e la marcia indietro sul clima

La notizia della vittoria di Donald Trump alle elezioni americane arriva durante la Cop22 di Marrakech, alcuni giorni dopo l'entrata in vigore degli Accordi di Parigi, ma si aprono nuovi scenari.
E' infatti ben conosciuta la posizione del nuovo presidente Usa, che in più occasioni si è espresso contro l'accordo sul clima e si è dimostrato scettico sul riscaldamento globale, mettendo in discussione gli impegni assunti dagli Usa.
Una per tutte, ricordiamo la frase del 2012 "The concept of global warming was created by and for the Chinese in order to make US manufacturing non-competitive".

Read more...

Stati Generali della Green Economy, il decalogo

Il confronto internazionale per la green economy italiana che si è tenuto a Ecomondo ha visto la presenza di oltre 2000 partecipanti, 1.500 utenti per la diretta streaming, circa 80 relatori italiani ed internazionali intervenuti e un ministro, quello dell’ambiente, Gian Luca Galletti.
"“La giornata conclusiva degli Stati Generali dedicata alle città –- ha osservato il Presidente della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, Edo Ronchi- apre nuovi scenari di lavoro per l’appuntamento dell’anno prossimo. Nelle città sono concentrati molti problemi, ma vi è anche un potenziale maggiore per lo sviluppo della green economy”."
Momenti chiave dell’edizione 2016 sono stati la presentazione della Relazione sullo stato della green economy dedicata alla green economy italiana in Europa e nel mondo e una forte impronta internazionale, specialmente nelle 5 sessioni pomeridiane di approfondimento e consultazione.

Read more...

I progressi della green economy nel mondo

Ecomondo, la relazione sullo Stato della Green economy che apre gli Stati Generali della Green economy 2016, nella prima parte analizza le performance green dell’Italia nei confronti delle cinque maggiori economie europee, nella seconda pone l’accento sulla percezione della green economy italiana a livello internazionale, e nella terza parte esamina la green economy internazionale, sulla quale ci soffermiamo.
Il 2015 si è chiuso con l’Accordo di Parigi per il clima, che potrebbe segnare una svolta internazionale nelle politiche climatiche.

Read more...
Subscribe to this RSS feed

Sezioni

Economia

Lifestyle

Green

 

Chi siamo

Seguici