Motorsport, per Audi è elettrico

Motorsport, per Audi è elettrico

Audi ha presentato la prima vettura da competizione esclusivamente elettrica del Gruppo. La Audi e-tron FE04 esprime sul circuito da gara la metamorfosi in atto, che vedrà la Casa di Ingolstadt trasformarsi da tradizionale marchio automobilistico a provider di soluzioni di mobilità per il futuro.

«Dopo quasi 40 anni di successi negli sport motoristici ai massimi livelli, oggi siamo la prima Casa automobilistica tedesca a correre nel campionato di Formula E, con l’obiettivo di mettere alla prova e ottimizzare nuove tecnologie per la produzione di serie», afferma Peter Mertens, Membro del Consiglio di Amministrazione con Responsabilità dello Sviluppo tecnico di AUDI AG. «Dopo quattro, TFSI, TDI, propulsione ibrida e molte altre innovazioni, la nostra prima monoposto annuncia la nostra strategia nel campo della mobilità elettrica, che verrà avviata una serie nel 2018 con la Audi e-tron.» Già in occasione dell’IAA Audi aveva annunciato l’obiettivo di offrire entro il 2025 più di 20 modelli elettrici nella propria gamma di prodotti, tra i quali vetture ibride plug-in e modelli esclusivamente elettrici a batteria. Nella Formula E i team e i costruttori possono sviluppare la catena cinematica, costituita da motore, cambio, elementi dell’assetto e relativi software. Il cuore della Audi e-tron FE04 è rappresentato dalla combinazione di motore e cambio. Il lavoro degli ingegneri si è concentrato sull’obiettivo di rendere sempre più efficiente l’unità motore-cambio, ottimizzandone il rendimento. Sul fronte della trasmissione, per la stagione 2017/2018 il team Audi Sport ABT Schaeffler punta su un cambio ad altissima efficienza a un solo rapporto. «Insieme al nostro partner tecnologico Schaeffler abbiamo sviluppato la catena cinematica completamente ex novo», afferma il responsabile sportivo Audi Dieter Gass. «Lo si riconosce già al primo sguardo, osservando il nuovo alloggiamento in carbonio. Grazie alle novità tecnologiche messe a punto, anche il sound si presenta rinnovato.» Un nuovo e moderno design, caratterizzato dai colori base bianco, verde metallizzato e nero, differenzia anche visivamente la Audi e-tron FE04 dalla monoposto con la quale Lucas di Grassi ha conseguito a luglio il titolo di campione in Formula E. Per la prima volta nella sua carriera, il trentatreenne pilota brasiliano si accinge a partecipare alla nuova stagione per difendere il titolo di campione con il numero di partenza «1». Il compagno di squadra di Lucas di Grassi è il giovane pilota bavarese Daniel Abt (24 anni), che ha firmato un contratto come pilota ufficiale Audi. Daniel Abt parteciperà alle gare con il numero «66», a bordo di una vettura dotata di contrassegni rossi supplementari per consentire agli spettatori di distinguere le auto dei due piloti Audi. In Formula E Lucas di Grassi e Daniel Abt sono stati fin dal primo giorno un duo vincente, capace di conquistare nelle 33 gare finora disputate 24 podi, sei vittorie e quattro pole position. Entrambi partecipano alla stagione di Formula E per la quarta volta. Il nuovo responsabile sportivo, nonché volto del team Audi Sport ABT Schaeffler in Formula E, è Allan McNish. Lo scozzese ha già coadiuvato e supportato il team sui circuiti da gara per tutta la terza stagione. Adesso l’ex pilota di Formula 1, per molti anni pilota di scuderia Audi nonché tre volte vincitore della 24 Ore di Le Mans, guida e rappresenta ufficialmente la squadra. La Audi e-tron FE04 debutterà nel mondo delle competizioni motoristiche il 2 dicembre 2017, nella gara che inaugura la stagione di Formula E a Hong Kong. Nei prossimi giorni sarà già possibile osservare su circuito la nuova auto da gara: venerdì e sabato prossimi Audi presenterà la FE04, con Daniel Abt al volante, nell’ambito degli E-Mobility Play Days sul circuito austriaco Red Bull Ring. Successivamente, da lunedì a giovedì, nella città spagnola di Valencia saranno al volante entrambi i piloti Audi in occasione degli unici test drive ufficiali della Formula E prima dell’inizio della nuova stagione.

back to top

Sezioni

Economia

Lifestyle

Green

 

Chi siamo

Seguici