Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

Ambiente

L’Italia nel Rapporto Ocse, le tendenze ambientali

Ambiente

Il Rapporto Ocse sulle performance ambientali dell'Italia presentato ieri a Roma evidenzia le tendenze ambientali del nostro paese, fornendo anche una serie di raccomandazioni. Dai gas serra, alle risorse idriche, dai rifiuti alle eree protette ai rischi connessi al territorio.
Le emissioni atmosferiche di sostanze inquinanti sono diminuite in Italia più che nella maggior parte degli altri Paesi OCSE. Tuttavia, oltre metà delle 30 città europee più inquinate si trovano in Italia.
Nel 2010 le emissioni di gas a effetto serra (GHG) sono state inferiori del 6,2% rispetto al livello del 1990, a fronte dell’obiettivo del protocollo di Kyoto di ridurre le emissioni del 6,5% nel periodo 2008-2012; questa riduzione comprende gli assorbimenti di GHG da parte delle foreste e il repentino calo delle emissioni dovuto alla crisi economica.

Read more...

Clini ai neo eletti del “Movimento 5 stelle”: “La vostra sensibilità per ambiente e sviluppo sostenibile può essere un valore aggiunto in Parlamento per completare “l’Agenda Verde” per la crescita”. E propone un incontro

corrado clini

Il Ministro dell’ambiente Corrado Clini ha proposto un incontro ai neo eletti del Movimento 5 Stelle per informarli sul lavoro fatto e su quello che resta fare."Il Movimento ha da sempre manifestato una grande attenzione per la protezione dell'ambiente e lo sviluppo sostenibile - afferma il Ministro - e la sensibilità dei nuovi parlamentari può essere il valore aggiunto che serve al Parlamento per completare l'agenda verde per la crescita sostenibile dell'Italia avviata con le misure adottate nell'ultimo anno".
Ecco il testo della lettera, inviata nei giorni scorsi all’indirizzo di posta elettronica del leader del movimento Beppe Grillo.

Read more...

Moda pulita: Valeria Golino si spoglia per Greenpeace

http://it.thefashionduel.com/

Greenpeace lancia "The Fashion Duel", sfida internazionale al mondo dell'alta moda. Testimonial d'eccezione, Valeria Golino. La voce, l'espressione e la fisicità dirompente dell'attrice sono immortalate in un video intenso, diretto da Anna Negri, che sfida le più grandi case di moda a prendere un impegno per proteggere le ultime foreste e non intossicare il Pianeta con sostanze tossiche.
A quindici case di moda italiane e francesi è stato recapitato il guanto verde della sfida simbolo della campagna, insieme a un questionario di venticinque domande su tre temi ambientali: politiche per gli acquisti della pelle, della carta per il packaging e produzione tessile, per scoprire cosa fa l'alta moda per evitare che i suoi prodotti non siano responsabili della deforestazione e dell'inquinamento delle risorse idriche del Pianeta.

Read more...

L’Italia centra Kyoto: emissioni di gas serra a -7%

Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile

L’ Italia ha più che centrato il target nazionale di riduzione delle emissioni di gas serra fissato dal Protocollo di Kyoto nel 6,5% rispetto al valore 1990 come media del periodo 2008-2012, arrivando ad una riduzione del 7%. Questo quanto emerge dal “Dossier Kyoto 2013”, realizzato dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, che traccia anche un bilancio del Protocollo, la cui storia si è conclusa con il periodo di verifica 2008-2012. Secondo le stime della Fondazione, nel 2012 le emissioni di gas serra dell’Italia si sono attestate attorno a 465/470 milioni di tonnellate di anidride carbonica equivalente (MtCO2eq), oltre 20 milioni in meno rispetto al 2011.

Read more...

Dissesto idrogeologico, le risorse a disposizione per contrastarlo

pioggia

I ministeri dell’Ambiente e dello Sviluppo economico hanno attivato il finanziamento degli interventi più urgenti a carattere strategico regionale perla prevenzione e mitigazione del rischio idrogeologico.
Con la delibera Cipe (comitato interministeriale per la programmazione economica) n. 8/2012 (il cosiddetto “Piano Sud”) sono state rese disponibili risorse per circa 700 milioni di euro per l’attuazione di un programma di 518 interventi prioritari e urgenti in Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sicilia e Sardegna, ricompresi negli Accordi di programma per la mitigazione del rischio idrogeologico.

Read more...

PM10 ti tengo d’occhio

campagna mal'aria legambienteNell’ambito della campagna Mal’aria 2012, la classifica di Legambiente dei Capoluoghi di Provincia che hanno superato la soglia limite di polveri sottili in un anno.In generale è l’area della Pianura Padana a confermarsi come la zona più critica con 18 città tra le prime 20 posizioni. Ma non è solo il nord a soffrire di elevati livelli di inquinamento. Al ventesimo posto troviamo infatti Napoli con 85 giorni di superamento e a seguire Cagliari (64), Pescara (62), Ancona (61), Roma (57) e Palermo (55).Il Dlgs 155/2010 prevede un numero massimo di 35 giorni/anno con concentrazioni superiori a 50 µg/m3.

Read more...

Presentato a Roma il Road Show sulla Green Economy

Il Ministro Corrado Clini a Roma il 28 gennaio 2013.Sono stati presentati a Roma il 28 gennaio dal ministro dell’Ambiente Corrado Clini i nuovi bandi per l’occupazione giovanile nella green economy e per il “carbon footprint”. L’incontro ha dato l'avvio a un roadshow sullo sviluppo sostenibile e la green economy rivolto alle imprese.

Read more...

Mal’aria di città 2013. PM10, PM2,5, ossidi di azoto, ozono e decibel fuori controllo

logo legambienteResi noti da Legambiente i risultati dell’ormai consueto monitoraggio dell’inquinamento delle città italiane. I risultati non sono buoni. Nel 2012 in tutti i principali centri urbani sono stati superati i livelli di polveri fini (PM10). In 51 città sulle 95 monitorate nell’ambito della classifica “PM10 ti tengo d’occhio”, è stato superato il bonus di 35 giorni di superamento del valore medio giornaliero di 50 microgrammi/metro cubo stabilito dalla legge. Alessandria, Frosinone, Cremona e Torino sono le prime classificate, rispettivamente con 123, 120 e 118 giorni di superamento. Tra le prime dieci città anche Milano, con 106 giorni di superamento

Read more...

Ambiente: gli europei chiedono più rigore per la qualità dell’aria

CiminieraSono stati diffusi dalla Commissione Europea i risultati dell’indagine Eurobarometro "La posizione degli europei riguardo alla qualità dell’aria", secondo la quale la maggior parte degli europei (56%) ritiene che la qualità dell’aria sia peggiorata negli ultimi 10 anni. In Italia è di questa opinione addirittura l’81% degli intervistati, mentre a Cipro, in Francia, in Grecia, in Ungheria, in Romania e in Spagna la percentuale si attesta tra il 70 e il 75%. Quasi quattro intervistati su cinque (79%) ritengono che l’Unione europea debba proporre ulteriori misure per combattere l’inquinamento atmosferico.

Read more...

2013, year of air

Bandiere UeLa Commissione Europea ha nominato il 2013 “Anno dell’aria”. E proprio l’aria pulita sarà al centro delle politiche europee sull’inquinamento. 
L'inquinamento atmosferico continua a destare preoccupazione per la salute pubblica e per l'ambiente, secondo le analisi più recenti pubblicati dall’Agenzia Europea per l’Ambiente. 
Per migliorare la situazione, la Commissione europea ha in programma la revisione della Strategia tematica sull'inquinamento atmosferico e le politiche connesse.

Read more...
Subscribe to this RSS feed

Sezioni

Economia

Lifestyle

Green

 

Chi siamo

Seguici