Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

Culturae

Sustainable Thinking, al Museo Salvatore Ferragamo la moda, l’arte e i materiali raccontano la sostenibilità

Sperimentazioni artistiche contemporanee e ricerca nel fashion design sono al centro della mostra in programma dal 12 aprile 2019 all’8 marzo 2020 Sustainable Thinking, ospitata dal Museo Salvatore Ferragamo di Firenze.

Un percorso narrativo che si snoda tra le pionieristiche intuizioni del Fondatore Salvatore Ferragamo nella ricerca sui materiali naturali, di riciclo e innovativi, e le più recenti sperimentazioni in ambito green.

Il progetto espositivo, ideato da Stefania Ricci, Direttore del Museo Salvatore Ferragamo e della Fondazione Ferragamo, con il contributo di Giusy Bettoni, Arabella S. Natalini, Sara Sozzani Maino e Marina Spadafora, vuole fornire un contributo artistico-culturale sul tema cruciale della sostenibilità, intesa come “uno sviluppo che soddisfi i bisogni del presente senza compromettere la possibilità delle generazioni future di sopperire alle proprie necessità” (Rapporto Brundtland, 1987).

Sustainable Thinking è una narrazione che sceglie di rivolgersi a un pubblico ampio, prendendosi l’onere e l’onore di innestare uno spunto di riflessione sul tema sempre più urgente e di attualità legato a una maggiore attenzione all’ambiente nel suo complesso, parlando con il linguaggio della moda, dell’arte e dei materiali.

La mostra ospita opere di artisti e fashion designer internazionali che presentano la propria chiave di lettura sul recupero di un rapporto più meditato con la natura e la sua profonda relazione con la tecnica, l’impiego di materie organiche e il riuso creativo, fino a sottolineare l’importanza di un impegno collettivo, di un modo di pensare consapevole e condiviso.

La sostanza materica diventa il fil-rouge dell’intera rappresentazione: l’itinerario ideale comincia dalla ricerca sui materiali condotta dal Fondatore Salvatore Ferragamo, a partire dagli anni venti del Novecento, tra canapa, cellofan e pelle di pesce, per poi esplorare le storie di materie di pregio che, giunte al termine della loro vita, vengono trasformate in prodotti di qualità, a rappresentazione concreta del concetto di economia circolare.

Installazioni realizzate rievocando le antiche tecniche dell’artigianato vengono raccontate nella duplice veste di protagoniste dell’arte del riciclo e del recupero di tradizioni manuali, aspetti fondamentali della filosofia sostenibile. E ancora, materie che creano intrecci, dove l’arte è strumento di relazione tra ambiti culturali diversi, da preservare nella loro diversità. Tecnologie smart che, attraverso la sperimentazione, diventano la chiave per il rinnovamento, fino all’imprescindibile ritorno alla natura, inteso come virtuosa riscoperta delle fibre naturali.

Read more...

Gli obiettivi di Sviluppo Sostenibile al Muse di Trento

Dal 19 al 22 febbraio 2019, il MUSE propone la prima edizione della Settimana degli SDG (Sustainable development goals, gli obiettivi di sviluppo sostenibili dell’Agenda 2030).

Consapevole del ruolo dell’educazione e dell’importanza primaria di rivolgersi ai giovani - in linea con la propria missione di divulgazione e sensibilizzazione del pubblico su temi naturalistici e scientifici - il Museo ha posto gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’ONU al centro della propria programmazione.

Read more...

Libri. Per uno stile etico e no waste c'è Sarto subito!

In libreria da fine settembre Sarto subito!, il manuale essenziale di taglio e cucito pubblicato da Altreconomia in una nuova veste editoriale e con contenuti completamente rinnovati. Per diventare “stilisti di se stessi” anche senza “avere la stoffa”: tutte le principali tecniche, dai punti base alle piccole riparazioni, fino alle istruzioni per realizzare in autonomia abiti e accessori fai-da-te o per dare nuova vita ai vestiti del nostro armadio con progetti di upcycling. Con oltre 50 progetti di facile realizzazione.

Read more...

Mostre, le buone notizie di De Paris, fino al 21 dicembre a Torino

Good News è il titolo della mostra di Enrico T. De PARIS, che apre dal 2 al 4 novembre durante la settimana dell'arte a Torino nello Spazio ERSEL. L'artista presenta opere selezionate dedicate al tema della trasformazione del pianeta operata dall'uomo; le conseguenze delle scoperte legate alle biotecnologie, l’uso dell’elettronica, le grandi migrazioni, le scoperte della medicina.

Read more...

La canzone circolare di Elio e le Storie tese per Legambiente

E' arrivato il primo brano infinito della musica italiana. E' dedicato all'economia circolare - e si chiama proprio così - e rivolge al pubblico un messaggio ambientalista.

Il leggendario gruppo di Elio e le Storie Tese - in uscita dalla scena musicale italiana – ha pensato di scrivere la sua ultima canzone per Legambiente.

Read more...

Ferrara, Premio Estense, ci sono i finalisti

La Giuria del Premio Estense, presieduta da Guido Gentili, direttore de Il Sole 24 Ore, e composta da Tiziana Ferrario, Paolo Giacomin, Giordano Bruno Guerri, Alberto Faustini, Laura Laurenzi, Gianni Riotta, Alessandra Sardoni e Luca Traini, che si è riunita a Ferrara il 16 giugno 2018 per la scelta dei quattro volumi finalisti sui 43 presentati alla 54^ edizione del Premio Estense, ha deciso chi entra in finale.

Read more...
Subscribe to this RSS feed

Sezioni

Economia

Lifestyle

Green

 

Chi siamo

Seguici