Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

Elisa canta contro il riscaldamento globale

La cantante si aggiunge al ricco roster di testimonial a favore di stopglobalwarming.eu, l’iniziativa che, secondo i promotori, al raggiungimento di 1milione di firme (entro fine aprile) obbligherà l’Unione Europea a discutere la proposta di tassare le emissioni di Co2, fissando un prezzo minimo.

Read more...

Enpa: stop al consumo di carne e agli allevamenti intensivi per fermare il riscaldamento globale

L'Ente nazionale per la protezione degli animali, in occasione del World vegan day del 1° novembre lancia un appello contro il consumo di carne.
"Il 60% dei mammiferi che abitano la terra è costituito dai prigionieri degli allevamenti intensivi, cioè da carne da piatto - spiega in un comunicato - Per questo, fermare il consumo di carne e, più in generale, dei prodotti di origine animale (a partire dai latticini ) ha una fortissima valenza etica, nel segno del rispetto per ogni forma di vita."

Read more...

Ipcc: limitare il riscaldamento globale a 1,5 ° C richiede cambiamenti rapidi e di ampia portata

Il  Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico (IPCC) ha pubblicato lunedì una relazione speciale sugli impatti del riscaldamento globale. Nella relazione si sostiene che limitare il riscaldamento globale a 1,5 ° C è ancora possibile, ma richiede cambiamenti rapidi, di ampia portata e senza precedenti in tutti gli aspetti della società. Con evidenti benefici per le persone e gli ecosistemi naturali e la  garanzia di una società più sostenibile ed equa.

Read more...

Clima, Trump (forse) ci ripensa

Durante un'intervista concessa a Davos al giornalista Piers Morgan per l’emittente britannica ITV il presidente degli Stati Uniti Donald Trump si sarebbe dichiarato disposto a riconsiderare l'adesione all'accordo di Parigi sul clima, anche se alle sue condizioni, ovvero con modifiche sostanziali.

Read more...

Clima. Ortles: il ghiacciaio si muove

Grazie a uno studio internazionale a cui ha partecipato l’Istituto per la dinamica dei processi ambientali del Consiglio nazionale delle ricerche (Idpa-Cnr), pubblicato su The Cryosphere, è stato rilevato che il ghiaccio più profondo e antico presente sul Monte Ortles (3.905 m, sulle Alpi orientali, a 37 chilometri dal luogo del ritrovamento dell’Uomo del Similaun), ha cominciato a muoversi per la prima volta dai tempi dell’Uomo del Similaun, 7.000 anni fa.

Read more...

Artico: c'è un nesso tra scioglimento dei ghiacci e aumento gas serra

Uno studio dell’Ismar-Cnr pubblicato su Nature Communication analizza per la prima volta, grazie agli archivi paleoclimatici in Artico, lo scioglimento del permafrost durante l’ultima deglaciazione, evidenziando un sensibile aumento di anidride carbonica e metano. Processi che, secondo gli studiosi, potrebbero verificarsi in maniera simile in futuro.

Read more...

CO2 da record, vicini alla soglia delle 400 ppm per la prima volta nella storia umana

Mauna Loa Observatory, Hawaii

Secondo il WWF gli scienziati del Mauna Loa Observatory nelle Hawaii, sono pronti per annunciare che i livelli di CO2 atmosferica stanno raggiungendo già ora una concentrazione di 400ppm (parti per milione), un punto critico di riscaldamento globale a livelli pericolosi (vedi il grafico: http://keelingcurve.ucsd.edu/).
Mariagrazia Midulla, responsabile Clima e Energia WWF Italia "La Comunità Scientifica ci dice che l’eccesso di CO2 che abbiamo in atmosfera porterà a un mondo più caldo. L'ultima volta che nell'atmosfera della Terra c’è stata tanta CO2 quanto oggi, il mondo era di 3-4 gradi Celsius più caldo e il livello dei mari più caldi era da 5 a 40 metri più alto di quello attuale ".

Read more...
Subscribe to this RSS feed

Sezioni

Economia

Lifestyle

Green

 

Chi siamo

Seguici