Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

Bologna dà incentivi per le biciclette a pedalata assistita

Bologna dà incentivi per le biciclette a pedalata assistita

Dal 25 maggio e fino ad esaurimento fondi per la quinta volta il Comune di Bologna incentiva l'acquisto di biciclette elettriche. L'iniziativa segue ad altre quattro campagne messe in campo a partire dal 2011 che, finora, hanno incentivato l’acquisto di 2971 biciclette elettriche. Sono a disposizione 300 mila euro in totale nell’ambito dei progetti finanziati dal Ministero dell’Ambiente.

Le domande possono essere presentate utilizzando il modulo scaricabile anche dal sito internet del settore, possono richiedere il contributo cittadini e cittadine residenti a Bologna e aziende che operano in città. Chi non è residente a Bologna può fare richiesta di contributo a patto che lavori per un’azienda che opera a Bologna e abbia in vigore un accordo di Mobility Management.

La data a partire dalla quale sono accettabili le fatture è invece quella dell'8 maggio 2018, cioè il giorno dal quale la delibera della Giunta è esecutiva: nella fattura deve obbligatoriamente essere inserita la dicitura "Finanziamento: Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro".

La novità proposta dall’assessore alle Politiche per la mobilità Irene Priolo è la possibilità, fornita a soggetti che si occupano delle consegne delle merci in città e alle piattaforme che sottoscriveranno la “Carta dei diritti fondamentali del lavoro digitale nel contesto urbano” di chiedere l’erogazione di contributi per più di una bicicletta. I singoli riders potranno in ogni caso chiedere contributi per 1 sola cargo bike a pedalata assistita. Tutti gli altri richiedenti potranno concorrere con una sola domanda a persona. L’entità del contributo, a copertura parziale della spesa, è di 300 euro per le biciclette e di 600 euro per le cargo bike.

“Continuiamo con una misura che riteniamo convincente ma che attuiamo in modo circolare rispetto al supporto che vogliamo dare ai “riders” e alle piattaforme digitali che sottoscriveranno la “Carta dei diritti fondamentali del lavoro digitale nel contesto urbano” su cui sta lavorando il collega Marco Lombardo – ha commentato l’assessore Irene Priolo – mi piace anche aggiungere che, entro giugno, usciranno i bandi per facilitare gli spostamenti casa – lavoro attraverso gli accordi con i Mobility Management”.

back to top

Sezioni

Economia

Lifestyle

Green

 

Chi siamo

Seguici