Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

Filiera tabacchicola: XFarm, Pycno&Agroop e iFarming finaliste di Terraventura, call for ideas di BAT Italia e H-FARM Innovation

Filiera tabacchicola: XFarm, Pycno&Agroop e iFarming finaliste di Terraventura, call for ideas di BAT Italia e H-FARM Innovation

Focalizzata sulla realizzazione di soluzioni per una filiera tabacchicola più sostenibile, la call ha visto la partecipazione di 87 startup italiane e straniere. Tra gli 11 progetti presentati, le soluzioni proposte da XFarm, Pycno&Agroop e iFarming avranno la possibilità di essere implementate nella filiera tabacchicola di BAT Italia nel corso del 2023.

BAT Italia e H-FARM Innovation, la novel consultancy parte del network JAKALA, annunciano i tre progetti che accedono alla fase finale della call for ideas Terraventura, iniziativa di Open Innovation pensata per accelerare il processo di digitalizzazione della filiera tabacchicola verso una maggiore efficienza, resilienza e sostenibilità. Le tre startup selezionate avranno la possibilità di definire nelle prossime settimane le modalità di implementazione del progetto pilota all’interno della filiera tabacchicola di BAT Italia nel corso del 2023.

Agritech a tutta digitalizzazione

XFarm, Pycno&Agroop e iFarming, sono state individuate al termine dell’“Innovation Day” che si è tenuto a Roncade (Treviso) presso l’H-FARM CAMPUS, un luogo unico di condivisione e collaborazione per studenti, professionisti, imprenditori e appassionati di innovazione. Una giornata nel corso della quale le 11 startup approdate alla fase di valutazione finale hanno avuto l’opportunità di presentare dal vivo i propri progetti in ambito agritech a una giuria di esperti di BAT, H-FARM INNOVATION, ITALTAB, Deltafina e Competere.
La digital transformation è l’elemento distintivo dei progetti finalisti, che puntano a migliorare l’efficienza dei processi di coltivazione e la qualità del lavoro della filiera attraverso piattaforme e strumenti altamente innovativi. Le soluzioni accederanno ora alla fase di Proof of Concept, che prevede lo sviluppo di un progetto pilota destinato all’integrazione all’interno della filiera tabacchicola di BAT, dove operano le oltre 400 aziende agricole aderenti all’associazione di produttori ITALTAB in Veneto e Campania.

Terraventura e la tecnologia

Il progetto di Open Innovation “Terraventura” è il primo passo della partnership di lungo termine siglata da BAT Italia e H-FARM Innovation lo scorso giugno, nella convinzione che la tecnologia sia un abilitatore fondamentale dello sviluppo sostenibile della filiera tabacchicola italiana. L’Italia è infatti al centro della strategia ESG e di crescita globale dell’azienda: solo nel 2022 BAT ha investito 30 milioni di euro per l’acquisto di 7.000 tonnellate di tabacchi di alta qualità provenienti da Veneto e Campania, garantendo supporto alle aziende agricole italiane, che affrontano oggi difficoltà senza precedenti legate soprattutto all’incremento dei costi energetici e delle materie prime agricole.
Un impegno, quello di BAT a supporto del nostro Paese, che nasce da lontano: l’azienda ha investito infatti circa 250 milioni di euro negli ultimi 10 anni nell’agricoltura italiana, cui si aggiunge l’investimento di 500 milioni in 5 anni previsti sul piano industriale dell’azienda per la realizzazione del Trieste Innovation Hub, nuovo centro di produzione, innovazione e sostenibilità globale di BAT Italia.

Massimiliano Colognesi, Head of External Affairs BAT Italia: “Siamo particolarmente lieti del successo di questa iniziativa in collaborazione con H-Farm Innovation: il progetto Terraventura nasce per valorizzare talenti e idee e promuovere un’agricoltura più sostenibile. Da anni lavoriamo al fianco delle aziende agricole del settore tabacchicolo italiano, e crediamo fermamente nell’Open Innovation quale veicolo di valore aggiunto per tutta la filiera: tecnologia e innovazione sono leve imprescindibili per realizzare la visione di BAT per un ‘A Better Tomorrow’, un futuro migliore, più equo e sostenibile per i dipendenti, i consumatori e le comunità in cui operiamo”.

“Siamo entusiasti dei risultati ottenuti dal progetto Terraventura e fieri di aver aiutato BAT a portare innovazione attraverso la tecnologia nella filiera tabacchicola italiana - ha dichiarato Mauro Iannizzi, Principal di H-FARM Innovation -. Tutti i progetti arrivati alla fase finale sono risultati di grande valore e rispondevano al brief. La scelta finale è caduta sulle soluzioni che potranno portare maggiore valore per l’intera filiera.” 

BAT e gli obiettivi ESG

BAT Italia è parte del Gruppo BAT, fondato nel 1902, con sede a Londra. Azienda leader mondiale nei beni di largo consumo con un portafoglio prodotti multi-category nel settore del tabacco, BAT impiega oggi oltre 52.000 persone, opera in più di 175 mercati e ha 75 stabilimenti produttivi su scala globale. Nominata nel 2021, per il 20° anno consecutivo, Sustainability Leader e unica azienda del suo settore ad essere inserita nel prestigioso Dow Jones Sustainability World Index, BAT è impegnata nella realizzazione di un futuro migliore, A Better Tomorrow™, riducendo il suo impatto ambientale e quello della propria attività sulla salute, offrendo ai propri consumatori, fumatori adulti, il più ampio portafoglio di prodotti alternativi a potenziale rischio ridotto a base di nicotina.

In questo quadro, BAT ha inoltre stabilito ambiziosi obiettivi nell’ambito ESG (Environment, Society, Governance), come il raggiungimento della carbon neutrality entro il 2030 (entro il 2050 su tutta la sua filiera), l’eliminazione della plastica monouso non necessaria e l’utilizzo esclusivo di imballaggi in plastica riciclabile, riutilizzabile o compostabile entro il 2025.

Come ultima pietra miliare nel percorso di BAT per affrontare il cambiamento climatico e costruire un domani migliore, BAT ha pubblicato nell’ottobre 2022 il suo Piano di transizione verso basse emissioni di carbonio, che illustra le azioni che sta intraprendendo per raggiungere i suoi obiettivi climatici. Tra questi, il dimezzamento delle emissioni di carbonio in tutte le sue operazioni entro il 2030, e il loro azzeramento lungo tutta la filiera entro il 2050.

Last modified on%PM, %14 %781 %2022 %17:%Nov
back to top

Sezioni

Economia

Lifestyle

Green

 

Chi siamo

Seguici