Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

Leggi e incentivi

Incentivi rinnovabili, decreto in gazzetta

È stato pubblicato il 9 agosto nella Gazzetta Ufficiale il DM 4 luglio 2019 (cosiddetto Fer1), che prevede nuovi incentivi per le fonti rinnovabili, per un totale di 8.000 MW.

Il Decreto è entrato in vigore il 10 agosto e il GSE è già pronto per la pubblicazione, sul proprio sito, del Regolamento operativo che avverrà, secondo quanto stabilito dalla legge, entro 15 giorni dall'entrata in vigore del provvedimento, mentre il primo bando per partecipare alle Aste e ai Registri è calendarizzato per il 30 settembre prossimo.

Il nuovo Decreto prevede l'accesso agli incentivi, previa procedure di gara, per quattro gruppi differenti di impianti.

Nel Gruppo A ci sono gli impianti eolici on-shore di nuova costruzione, integrale ricostruzione, riattivazione o potenziamento, oltre agli impianti fotovoltaici di nuova costruzione.

Nel Gruppo A-2 sono previsti incentivi per gli impianti fotovoltaici di nuova costruzione, i cui moduli sono installati su coperture di edifici e fabbricati rurali, in sostituzione di eternit o amianto.

Nel Gruppo B sono ricompresi gli impianti idroelettrici di nuova costruzione, integrale ricostruzione (esclusi gli impianti su acquedotto), riattivazione o potenziamento. Oltre a questi, anche gli impianti a gas residuati dei processi di depurazione di nuova costruzione, riattivazione o potenziamento.

Nel Gruppo C il Decreto prevede incentivi per il rifacimento totale o parziale di impianti eolici on-shore, idroelettrici e a gas residuati dei processi di depurazione.

A seconda della potenza dell'impianto, il Decreto prevede due differenti modalità di assegnazione degli 8.000 MW disponibili: iscrizione ai Registri per impianti di potenza inferiore a 1 MW (e superiore a 20 kW per i fotovoltaici) e partecipazione a Procedure d'Asta al ribasso sulla tariffa incentivante, per impianti di potenza superiore o uguale a 1 MW.

Il Decreto prevede sette bandi per la partecipazione ai Registri e alle Aste. Le tempistiche:

Procedura Data di apertura del bando Data di chiusura del bando
1 30 settembre 2019 30 ottobre 2019
2 31 gennaio 2020 1 marzo 2020
3 31 maggio 2020 30 giugno 2020
4 30 settembre 2020 30 ottobre 2020
5 31 gennaio 2021 2 marzo 2021
6 31 maggio 2021 30 giugno 2021
7 30 settembre 2021 30 ottobre 2021

In continuità con il D.M. 06/07/2012 e il D.M. 23/06/2016, da cui eredita parte della struttura, il D.M. 04/07/2019 ha il fine di promuovere, attraverso un sostegno economico, la diffusione di impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili di piccola, media e grande taglia.

Gli impianti che possono beneficiare degli incentivi previsti dal Decreto sono quelli fotovoltaici di nuova costruzione, eolici on shore, idroelettrici e infine quelli a gas di depurazione.

Read more...

Ecobonus riqualificazione energetica confermato da Legge di Bilancio

Manovra 2019 (L. 30.12.2018 n.145), prorogato al 31 dicembre 2019 l’ecobonus per gli interventi di efficientamento energetico, sia di quelli detraibili al 65%, sia di quelli per i quali già dal 1° gennaio 2018 l’aliquota è scesa dal 65 al 50%. Referente rimane Enea, ma per trasmettere  i dati relativi agli interventi con fine lavori compresa tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2019 occorrere attendere la pubblicazione online del portale dedicato.

Read more...

Bonus mobili fino al 31 dicembre 2019

Inoltre, per coloro che effettuano ristrutturazioni edilizie, c'è anche il bonus mobili, che consente di usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. L'agevolazione è stata prorogata dalla recente legge di bilancio anche per gli acquisti che si effettueranno nel 2019, ma potrà essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato a partire dal 1° gennaio 2018. 

Read more...

Ristrutturazioni edilizie, detrazione del 50%

Ristrutturare abitazioni e parti comuni di edifici residenziali consente di detrarre dall’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) una parte delle spese sostenute per i lavori. La detrazione può essere richiesta per le spese sostenute nell’anno, secondo il criterio di cassa, e va suddivisa fra tutti i soggetti che hanno partecipato alla spesa e che hanno diritto.

Read more...

Bonus verde, nel 2019 si replica

La detrazione Irpef del 36% sulle spese sostenute per interventi "verdi" su giardini e aree scoperte, già attiva nel 2018, viene confermata dalla legge di bilancio anche per il 2019. Nello specifico, il credito d'imposta spetta per la sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi, realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

Read more...

Legge di bilancio. Incentivi alla mobilità sostenibile e tasse alle auto inquinanti

La legge di bilancio - n. 145 del 30/12/2018 pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 31/12 - comprende anche una serire di misure rivolte al mondo dell'auto, con l'intento di favorire auto elettriche e ibride. La misura, che è stata modificata rispetto alle precedenti versioni proposte durante l'iter di approvazione,  si affida a un meccanismo di bonus/malus sull’acquisto di auto nuove che tiene conto delle emissioni di CO2 (grammi/chilometro). Accordato inoltre un credito d'imposta per la costruzione di nuove colonnine di ricarica per le auto elettriche e incentivi ai ciclomotori, sempre elettrici.

Read more...
Subscribe to this RSS feed

Sezioni

Economia

Lifestyle

Green

 

Chi siamo

Seguici