Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

Gnl, nuova stazione di servizio a Salerno

La stazione di rifornimento Gnl nell'area di servizio Baronissi Est. La stazione di rifornimento Gnl nell'area di servizio Baronissi Est.

È stata inaugurata il 21 giugno a Salerno la prima stazione di rifornimento di gas naturale liquefatto (Gnl, in inglese LNG) della Campania, ubicata sul raccordo Salerno-Avellino, nell’area di servizio Baronissi Est, gestita da C. Galdieri & Figli.


Un progetto che porta a 22 il numero totale di stazioni in tutto il territorio italiano e che acquista un’importanza strategica nello sviluppo della rete distributiva di LNG grazie alla sua ubicazione geografica, che copre un’area fino a oggi non ancora strutturata in tal senso, in corrispondenza di un’arteria di traffico fondamentale per il sud Italia e per le grandi direttrici del trasporto pesante.  
Un’innovazione radicale per la regione Campania, fortemente promossa dal concessionario di zona IVECO MECAR.

Partnership C. Galdieri & Figli MECAR - Le due realtà imprenditoriali del territorio danno dunque il via a una partnership che vedrà da un lato la C. Galdieri & Figli gestire la stazione, erogando metano liquido, dall’altro la MECAR fornire tutti i servizi di manutenzione e riparazione necessari ai veicoli LNG che vi transiteranno. La stazione di rifornimento si estende su 45.000 mq, interamente eco-sostenibili grazie all’impianto con pannelli fotovoltaici per la produzione di energia rinnovabile, con ampi parcheggi per la sosta dei truck, bagni con docce, rifornimento dedicato per AdBlue, e naturalmente un’isola dedicata per LNG, con personale autorizzato, che consentirà il doppio rifornimento dei camion.
Comune intento di IVECO, Mecar e C. Galdieri & Figli è favorire la diffusione di questo combustibile alternativo che permette di abbattere, nel caso specifico dell’utilizzo dello Stralis NP 460 cv, le emissioni di particolato del 99% rispetto ai limiti Euro VI, fino al 15% quelle di CO₂ rispetto all’equivalente diesel e diminuire sensibilmente l’inquinamento acustico generato dai mezzi tradizionali, nonché del Costo Totale di Esercizio (TCO) del veicolo.

 

42 veicoli Gnl consegnati - La cerimonia è stata anche l’occasione per IVECO e MECAR di effettuare cinque consegne per un totale di 42 Nuovi Stralis NP 460 cv, dei quali 10 alla SMET, che in questo modo fa salire al 15% la percentuale di veicoli alimentati a LNG della sua flotta; 15 a Trans Italia anch’essa con il 15% di veicoli green nel suo parco; 7 alla Casilli Enterprise che a poco meno di un anno dall’acquisto dello Stralis NP 400cv aumenta la sua flotta di 50 mezzi con 7 nuovi Stralis NP 460cv, arrivando ad avere il 28% dei veicoli ad alimentazione a gas naturale; 7 a Tran Isole e infine 3 a La Sud frigo, che raggiunge così il 31% di flotta alimentata a LNG.

Il nuovo impianto, realizzato da Ham Italia e da quest'ultima rifornito, è il primo impianto GNL autostradale attivo sul territorio italiano. E' dotato di un nuovo modello di pistole GNL sviluppate da Ham a bassissime emissioni di vapore durante il distacco.

La mappa aggiornata dei distributori di GNL in Italia:

Last modified on%PM, %22 %775 %2018 %17:%Giu
back to top

Sezioni

Economia

Lifestyle

Green

 

Chi siamo

Seguici