Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

Mobilità elettrica, la rivoluzione parte dai Comuni

Mobilità elettrica, la rivoluzione parte dai Comuni

Milano, Bologna, Firenze, Torino e Varese. Sono le città dalle quale inizia l’avvicinamento alla Conferenza Nazionale della Mobilità Elettrica in programma a Palazzo Regione di Milano dal 27 al 29 settembre, che sarà protaonista anche di un raduno che coinvolgerà 500 auto elettriche provenienti da tutta Italia.
In programma cinque appuntamenti per diffondere la cultura elettrica a livello locale e per preparare le proposte concrete che saranno discusse e approvate nel capoluogo lombardo.

Firenze, il futuro inizia da Palazzo Vecchio - La prima assemblea di avvicinamento ad #emob2018 è la “Conferenza Mobilità elettrica” in calendario oggi, giovedì 13 settembre a Palazzo Vecchio di Firenze. Dopo i saluti istituzionali del Sindaco Dario Nardella, la presentazione della “Carta” da parte di Camillo Piazza di Class Onlus.
A seguire, focus sulla mobilità elettrica a Firenze, sui risvolti urbanistici ed edilizi indotti dalla mobilità a zero emissioni e sulle opportunità offerte dal “fare rete” tra i Comuni. In chiusura dell'incontro il dibattito coordinato dall’assessore ai lavori pubblici di Firenze Stefano Giorgetti con i rappresentanti delle società di taxi e car sharing elettrici, dei gestori delle infrastrutture di ricarica e dell’illuminazione pubblica. L’evento è organizzato in collaborazione con Cei-Cives.

A Torino scende in campo il Green Office accademico - Ha carattere accademico il secondo incontro verso e_mob, quello previsto all’Università di Torino, Aula B1, Lungo Dora Siena 100/a, il 17 settembre e promosso dal Comune della città della Mole con Amat Milano. Con l’evento fiorentino condivide un approfondimento sulla “Carta” e un confronto del Gruppo di lavoro dedito a elaborare soluzioni pratiche per favorire la diffusione dei veicoli a batterie. Ad aggiungersi sono le gli interventi del Green Office dell’Università di Torino sulle politiche di mobilità sostenibile e le testimonianze sulla mobilità elettrica cittadina e di Venaria Reale, una delle oltre 100 località firmatarie della “Carta”. A completare “Azioni per una mobilità a zero emissioni” sono i contributi sulla gestione elettrica di una flotta aziendale e dello scooter sharing elettrico, sui servizi di microcarsharing, sulla logistica sostenibile e sulla trasformazione digitale nella mobilità.

A Milano per le infrastrutture di domani - Il 19 settembre a Milano, Palazzo Turati, Sala Consiglio, Via Meravigli 9/B, è di scena un seminario focalizzato sulle innovazioni, le problematiche e le normative relative alle infrastrutture della mobilità elettrica. Proposto dalla Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, unitamente al Comune di Milano e la Regione Lombardia, con il titolo “Il sistema delle imprese per le infrastrutture della mobilità elettrica”, ha l’intento di approfondire le relazioni tra il mondo della mobilità elettrica e quello del business per le imprese. Gli interventi si concentrano sulla rete di colonnine di ricarica con contributi, tra l’altro, di Giuseppe Mauri di RSE, Erminia Falcomatà di Regione Lombardia, Stefano Riazzola del Comune di Milano e con la partecipazione di Luca Pignanelli dell’Agenzia Dogane e Monopoli e di operatori del settore. Un’opportunità per le aziende del comparto di aggiornare le proprie conoscenze e confrontarsi con esperti sugli aspetti salienti dell’argomento, da quelli economici a quelli più tecnici, da quelli normativi a quelli innovativi.
Dal monitoraggio della Camera di commercio sono emersi i dati di una ricerca dell’economia “anti-smog” (In Italia 79mila imprese, 517mila addetti e 17 miliardi di euro fatturato con crescita dell’1,9% in un anno e del 13,3% in cinque anni) e di “Prezzi indicativi dei materiali per impianti elettrici e speciali”.
Un listino, quest’ultimo, realizzato dai tecnici della “Camera” con le associazioni di categoria degli operatori di filiera (produttori, grossisti-istallatori, acquirenti) divenuto riferimento per orientarsi sul mercato sulla piazza di Milano.
Ad aprire i lavori è Massimo Dal Checco, consigliere della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, che ha dichiarato: “C’è un boom nei settori che favoriscono una mobilità alternativa con effetti positivi per la riduzione dello smog. Milano traina a livello nazionale per le imprese coinvolte in questi settori. La Camera di commercio è impegnata direttamente in questo mercato crescente, con la rilevazione dei prezzi delle colonnine di ricarica elettriche iniziata lo scorso anno”.

Bologna diviene elettrica e innovativa - L’avvicinamento a e_mob prosegue con il workshop “Mobilità elettrica, a che punto siamo? Nuovi progetti e sviluppi” in programma a Bologna, Oratorio San Filippo Neri, via Manzoni 5, il 20 settembre. Una tavola rotonda che metterà a confronto i principali attori del Gruppo di Lavoro sulla mobilità attiva per trovare soluzioni immediate ed efficaci per ridurre l’impatto ambientale del settore dei trasporti. Ricco il parterre dei partecipanti con il Sindaco di Bologna Virginio Merola, gli assessori Bologna, Rimini, Firenze, Torino e Varese, docenti dell’Università di Bologna e rappresentanti di aziende, associazioni ed editoria specializzata.
L’incontro emiliano rientra all’interno di un’ampia rassegna dedicata agli spostamenti ecologici, “Bologna per la mobilità elettrica ed innovativa”. Una serie di eventi per raccontare la visione per la mobilità sostenibile della città metropolitana e i nuovi progetti in arrivo: da Corrente, il nuovo car sharing elettrico di Tper, al bike e car sharing free floating. Tra gli altri appuntamenti ricordiamo il workshop “MaaS e servizi innovativi per la mobilità” (21 settembre, ore 9-13.30) dove saranno protagoniste le tecnologie digitali e la Mobility Arena, area espositiva in Piazza Maggiore (22 settembre) dove si potrà conoscere e toccare con mano i progetti e le soluzioni più innovative della città sulla mobilità elettrica, condivisa e a basso impatto ambientale.

Varese è tempo di Green Mobility Day - Anticipa e_mob pure la rassegna Varese Green Mobility Day - 22 settembre -  voluta per sensibilizzare cittadini, pubbliche amministrazioni e aziende nei confronti della mobilità sostenibile. In programma un’area espositiva con bici, moto e auto elettriche da provare e una tavola rotonda con importanti stakeholders a illustrare le soluzioni innovative per pianificare l’infrastruttura di ricarica a Varese e provincia, testare le nuove tecnologie e per scoprire le modalità di spostamento a basso impatto ambientale. Attesi all’incontro - Teatro Santuccio, Piazza della Repubblica - Davide Galimberti (Sindaco Comune di Varese), Gunnar Vincenzi (Presidente Provincia di Varese) e Attilio Fontana (Presidente Regione Lombardia).


Ad e_mob le Linee Guida della “Carta” e di Motus-e - Molti dei protagonisti delle cinque giornate preparative si ritroveranno a Milano per la tre giorni di e_mob, in particolare nella giornata del 27 settembre dove saranno presentate le linee guida dell’aggiornata Carta Metropolitana della Mobilità Elettrica e sarà approvato il documento finale della seconda edizione della Conferenza Nazionale della Mobilità Elettrica.
Altre Linee Guida saranno diffuse da Motus-e, associazione nata a maggio per promuovere la transizione verso la mobilità elettrica e costituita da operatori industriali, della filiera dei trasporti, del mondo accademico, nonché consumatori e movimenti di opinione. Ad e_mob presenta un vademecum per sostenere il lavoro delle amministrazioni locali nello sviluppo delle infrastrutture elettriche. Le Linee Guida Motus-e, infatti, sono uno strumento di consultazione agevole ed immediato pensato per consentire a Sindaco e ai tecnici del Comune di avere informazioni trasparenti e semplici sulle possibili modalità di ingaggio dei gestori delle infrastrutture, sugli iter e i processi per l’individuazione dei siti e per l’installazione dei punti di ricarica. Il documento contiene una breve appendice che spiega le diverse tecnologie di ricarica.

Last modified on%AM, %14 %407 %2018 %08:%Set
back to top

Sezioni

Economia

Lifestyle

Green

 

Chi siamo

Seguici