Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

Metano auto, Snam e Ip annunciano 26 nuovi punti di rifornimento

Metano auto, Snam e Ip annunciano 26 nuovi punti di rifornimento

Snam e IP hanno raggiunto un accordo finalizzato alla realizzazione di un primo lotto di 26 nuovi impianti di rifornimento di gas naturale, che apriranno sulla rete di distributori IP a partire dal 2020 in tutta Italia.

Le nuove aperture rappresentano la prima fase di attuazione dell’accordo quadro siglato nel 2018 tra IP e Snam per realizzare fino a 200 nuove stazioni a metano in Italia. L’iniziativa rientra nell’impegno delle due aziende per la promozione della mobilità sostenibile. Ricordiamo che Snam ha firmato un accordo per la promozione del gas naturale anche con Seat.

Snam e IP hanno individuato congiuntamente le stazioni di rifornimento di carburanti a marchio IP della rete ordinaria e autostradale presso cui installare gli impianti per l’erogazione di metano per automobili (CNG, gas naturale compresso). Di questi, due (in Veneto e in Emilia-Romagna) ospiteranno anche impianti di erogazione di LNG (gas naturale liquefatto) per i mezzi pesanti. Dei 26 nuovi impianti, 6 saranno realizzati nel Lazio, 5 in Lombardia, 5 in Toscana, 2 in Emilia-Romagna, 2 in Veneto, uno in Abruzzo, uno in Calabria, uno nelle Marche, uno in Piemonte, uno in Puglia e uno in Umbria, in gran parte lungo le autostrade.

Le nuove aperture si sommano alle 46 stazioni a metano già esistenti sulla rete IP.

back to top

Sezioni

Economia

Lifestyle

Green

 

Chi siamo

Seguici