Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

All'università si studia anche l'economia dei cambiamenti climatici

All'università si studia anche l'economia dei cambiamenti climatici

La Unint, l’Università degli Studi Internazionali di Roma, ha introdotto nella propria offerta formativa l’insegnamento di Economia dei cambiamenti climatici che sarà attivato in seno alla Facoltà di Economia a partire dall’anno accademico 2020/2021 al fine di contribuire alla formazione di professionisti in grado comprendere ed affrontare le implicazioni economiche e gestionali del Climate Change.

Con l’obiettivo di offrire ai propri studenti un’occasione di confronto su questa importante tematica, il 9 dicembre l’Università degli Studi Internazionali di Roma ha in programma l’organizzazione di un convegno dal titolo “Climate Change. Quali sfide per la società e l’economia di oggi e di domani?”.

Il dibattito cui assisteremo permetterà di analizzare i diversi aspetti del Climate Change: le cause del cambiamento climatico, la situazione attuale e le previsioni future, le politiche poste in essere dai decisori pubblici a livello nazionale e internazionale, le sfide e le opportunità per il mondo delle imprese.

Il cambiamento climatico rappresenta una delle principali sfide che affronteranno le società di tutto il mondo, ed è destinato ad esercitare un impatto notevole sul piano economico e sociale. Recenti indagini affermano che per sette imprese su dieci i cambiamenti climatici sono un tema strategicamente rilevante. Tuttavia, secondo le stesse ricerche “solo una minoranza riporta un target di riduzione delle emissioni in linea con gli impegni dell'accordo di Parigi, e solo il 21% delle imprese rendiconta con chiarezza sugli investimenti effettuati per miglioramenti ambientali e meno di un'impresa su dieci riporta gli impatti ambientali connessi all'utilizzo dei propri prodotti”. (Fondazione Sviluppo Sostenibile).

back to top

Sezioni

Economia

Lifestyle

Green

 

Chi siamo

Seguici