Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

Illuminazione a basso impatto: si accende il soffitto

Illuminazione a basso impatto: si accende il soffitto

Un pannello a led per illuminare i soffitti di uffici, negozi, musei, sale di attesa, parcheggi, in modo uniforme e sostenibile. Si tratta di un particolare tipo di pannello luminoso in fibra tessile, pensato da Philips Lighting, che rivoluziona il concetto tradizionale di soffitto e trasforma qualsiasi locale in uno spazio uniforme, illuminato da una luce omogenea.

Oltre alla bellezza estetica - l'effetto ottenuto è di grande impatto grazie a una linea moderna e minimale - OneSpace, questo il nome del prodotto, consente anche una riduzione dell'inquinamento acustico grazie ai materiali fonoassorbenti con i quali è realizzato.
Gli standard di sicurezza sono ottimali, in quanto il prodotto adotta materiali da costruzione non combustibili e di un sistema di montaggio cinque volte più resistente rispetto al peso del pannello.
Proposti su misura fino a una dimensione massima di 10 x 3 m, i pannelli luminosi OneSpace sono caratterizzati da versatilità di montaggio, si integrano con l'architettura del soffitto e con il sistema di gestione dell'edificio e possono contribuire a creare un ambiente rilassante.

Comfort visivo e mentale 
Il risultato – oltre a una caratterizzazione dello spazio - è il raggiungimento di un benessere visivo reale, e la possibilità di migliorare l’ambiente e le attività che vi si svolgono grazie all’illuminazione giusta: dall’attesa in una sala d’aspetto o in un aeroporto, all’acquisto di articoli e prodotti in negozi e centri commerciali, fino alle attività intellettuali, ricreative e lavorative in sale riunioni, uffici pubblici e grandi open space.
Anche la fruizione di opere d’arte ed esposizioni – all’interno di musei e autosaloni, ad esempio - è ottimale, sia per l’effetto arredo dei pannelli, sia per le caratteristiche della luce prodotta, priva di riverberi. E, aggiungiamo, molto simile a quella solare, diffusa in modo da evitare affaticamento e fastidiosi fenomeni di abbagliamento. Il comfort ottenuto non è riservato solo alla vista ma anche alla mente, favorendo socializzazione e concentrazione.

Risparmio energetico e rispetto dell’ambiente
L’illuminazione a led (Light Emitting Diodes, ovvero diodi che emettono luce) consente di risparmiare, a parità di luce emessa, fino all’80% di energia elettrica rispetto a una normale lampada a incandescenza. Anche la durata è maggiore (fonte Agenzia nazionale efficienza energetica, Enea).
La luce emessa è priva di infrarossi e ultravioletti – quindi non danneggia i tessuti - e l’efficienza luminosa è superiore: fino a 120 lumen/watt (lm/w) rispetto ai 13lm/w delle lampade a incandescenza, ai 16lm/w di quelle alogene e ai 50lm/w delle fluorescenti.
Gli elementi che compongono i led non prevedono la presenza di sostanze chimiche pericolose, lo smaltimento è quindi molto più semplice ed economico di quello delle lampade a fluorescenza che, contenendo mercurio, devono essere trattate come rifiuti tossici. Non emettendo luce calda, si tratta di una tecnologia che può essere installata anche a contatto con il legno o la plastica. 
La scelta dei pannelli OpenSpace di Philips Lighting è quindi una scelta non solo economica ed efficace, ma anche rispettosa dell’ambiente.

Last modified onSabato, 30 Dicembre 2017 13:43
back to top

Sezioni

Economia

Lifestyle

Green

 

Chi siamo

Seguici