Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

Costume & Società

Calciatori ... elettrici

Calciatori ... elettrici“Non è sempre vero che i calciatori viaggiano su macchine appariscenti o di grossa cilindrata. Alcuni giocatori della Lucchese, ad esempio, vengono agli allenamenti in bicicletta. Del resto la bici, soprattutto elettrica, è il mezzo ideale per muoversi in città, soprattutto nelle zone a traffico limitato”.

Per Giovanni Galli, ex portiere di Fiorentina, Milan e Nazionale ed oggi DS della Lucchese e opinionista Mediaset, i cambiamenti nella mobilità stanno contaminando anche il mondo del calcio.
“Gli sportivi, e i calciatori in particolare, affascinano il grande pubblico e orientano gli stili di vita e le opinioni degli appassionati - afferma Giovanni Galli -. Per lanciare messaggi positivi spesso ci si affida agli appelli lanciati dagli allenatori durante le trasmissioni sportive domenicali.

Read more...

Ci facciamo l'orto verticale aeroponico?

E' in commercio l'orto verticale aeroponico

Arriva in commercio Veve, il primo orto verticale aereoponico. In un metro quadro può ospitare 200 piante, euiqvalenti a 180Kg di verdura all’anno. Fino al 31 gennaio Veve può essere acquistato in esclusiva su kickstarter.com.
«Abbiamo optato per la campagna di crowdfunding perché crediamo sia un ottimo canale di lancio europeo per Veve. Servirà per finanziare la rivoluzione della produzione di verdura nelle aree urbane», spiega Matteo Sansoni, ideatore di Veve.
Da anni, infatti, si promuovono gli orti urbani come strategia di sicurezza alimentare urbana. Ma dati gli spazi verdi limitati poche città hanno realmente implementato una strategia di "relisienza alimentare" km zero.
«Ora, grazie a Veve, ogni cittadino con un balcone potrà produrre da solo alimenti naturali e sani, a centimetro zero. Il costo non va temuto: in meno di 3 anni avrete compensato i costi e aiutato l'ambiente. Producendo vera verdura biologica, di cui sarete voi i certificatori!», continua Matteo. Anche quando non siete a casa. Grazie al timer per la vaporizzazione di acqua e sostanze nutrienti, Veve si "alimenta" da solo fino a 2 settimane.
Veve è super-prolifico. In un solo mq di spazio, sul balcone, minigiardino, terrazza si possono coltivare 200 piante, l’equivalente di un orto orizzontale di oltre 20 mq.

Read more...

Coperte e sacchi a pelo per 7mila homeless di Roma

Coperte e sacchi a pelo per 7mila homeless di RomaIl Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica in occasione del Giubileo della Misericordia, ha deciso di donare alla Caritas romana lenzuola, coperte, federe, teli e sacchi a pelo per i 7 mila senzatetto della Capitale.

Quello degli homeless, sottolinea il Comieco, è un fenomeno in crescita che coinvolge molte città italiane e che fa registrare numeri nel solo 2014 pari a 50.700 persone, con un incremento rispetto agli anni passati del 6,5%.

Read more...

Rapporto Bes 2015: il benessere equo e sostenibile in italia

Rapporto Bes 2015: il benessere equo e sostenibile in italiaL’Istat ha presentato oggi la terza edizione del “Rapporto sul Benessere Equo e Sostenibile (Bes 2015) ” che, attraverso l’analisi di un ampio numero di indicatori, descrive l’insieme degli aspetti che concorrono alla qualità della vita dei cittadini.

Nel costruire con il Cnel questo progetto, precisa l'Istat, si è scelto di condividere le decisioni con esperti, ampi settori della società civile e consultando direttamente i cittadini.
Il tema della misurazione del benessere sta trovando ampi spazi di discussione in tutto il mondo e sono ormai diverse le esperienze internazionali che danno conto della multidimensionalità del benessere e del progresso civile di una società.

Read more...

Istat, il 38% degli italiani è preoccupato per il traffico, il 36 per l'inquinamento dell'aria

Istat, il 38% degli itaiani è preoccupato per il traffico, il 36 per l'inquinamento dell'ariaAmbiente e inquinamento - dell'aria e acustico - occupano i primi posti dopo la criminalità tra le preoccupazioni degli italiani. E' quanto emerge dal report dell'Istat su LA SODDISFAZIONE DEI CITTADINI PER LE CONDIZIONI DI VITA.

Nel 2015 i problemi maggiormente sentiti dalle famiglie con riguardo alla zona in cui vivono infatti sono: il rischio di criminalità (41,1%), il traffico (38,4%), la difficoltà di parcheggio (37,3%) e l'inquinamento dell'aria (36,7%); seguono la sporcizia nelle strade (31,6%), il rumore (31,2%), le difficoltà di collegamento con i mezzi pubblici (30,5%) e la qualità dell’acqua di rubinetto (30,0%). Infine, il 9,2% delle famiglie segnala irregolarità nell'erogazione dell'acqua.

Read more...

Rifiuti elettronici, prende il via il progetto RAEE@scuola

Rifiuti elettronici, prende il via il progetto RAEE@scuolaSensibilizzare i ragazzi delle scuole sulla corretta gestione dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE), per far sì che diventino promotori di un importante messaggio di educazione ambientale. E’ questo l’obiettivo di RAEE@scuola, il progetto - giunto alla quarta edizione - promosso dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) insieme al Centro di Coordinamento RAEE (CdC RAEE), con il supporto operativo di Ancitel Energia & Ambiente e il patrocinio del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare.

RAEE@scuola prende il via oggi da Alessandria e fino al prossimo mese di giugno coinvolgerà, in 50 Comuni italiani, oltre 45.000 alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado.

Read more...

Riciclo creativo, una seconda chance agli oggetti: le cinque idee più bizzarre

Riciclo creativo,  una seconda chance agli oggetti: le cinque idee più bizzarrePer dare una seconda o addirittura una terza vita agli oggetti inutilizzati, oppure per cambiarne la destinazione d'uso, possiamo farci aiutare dalla creatività e dalla fantasia, dando libero sfogo alle idee.

Siamo nel campo del riciclo creativo, dove hanno un grande valore il possesso di buona manualità, un po' di pazienza e tanta inventiva.
Prima di destinare un qualsiasi oggetto alla discarica, o alle isole ecologiche, è bene chiedersi se è davvero giunta l'ora di sbarazzarsene senza ipotizzare un uso alternativo.
Il riciclo creativo negli ultimi anni ha coinvolto un po' tutti, grandi e piccini, che dedicano parte del loro tempo alla trasformazione di semplici oggetti, mobili, vestiti.
Una camicia inutilizzata, con la complicità di forbici, ago e filo, può trasformarsi in un grembiule.

Read more...

Le buone pratiche urbane premiate da Legambiente a Ecomondo

Le buone pratiche urbane premiate da Legambiente a EcomondoLegambiente ha presentato ad Ecomondo una selezione di buone pratiche urbane per affrontare le questioni ambientali grazie a buona volontà e scelte innovative.

Il buon avvio della raccolta differenziata e del porta a porta che in molti territori italiani ha raggiunto ottimi risultati come a Milano, dove si attesta al 53,3%; Parma che raggiunge quota 66% e Macerata comune marchigiano con il 60,3% di raccolta differenziata.

Read more...

Acqua, perchè bere quella del rubinetto

Acqua, perchè bere quella del rubinettoSono almeno 5 i buoni motivi per bere aqua del rubinetto, secondo la multiutility Hera, che ha appena pubblicato la settima edizione del report “In buone acque” dedicato alla qualità dell’acqua di rubinetto.

Prima di tutto è ecologica: in Italia, nel 2013, i consumi di acqua minerale hanno comportato la produzione di 6 miliardi di bottiglie di plastica di cui solo il 15% viaggia su rotaia; è economica: con l’acqua di rubinetto una famiglia può risparmiare quasi 300 euro l’anno; è buona: l’acqua distribuita da Hera è classificabile come oligominerale a basso tenore di sodio, per eliminare l’odore del cloro è sufficiente lasciarla un po’ in una caraffa; è sicura: oltre 1.900 analisi al giorno, il 99,9% conforme alla legge; è comoda: disponibile direttamente a casa, senza far fatica per trasportare pesanti bottiglie.

Read more...

Stop agli imballaggi in un supermercato di Berlino

Stop agli imballaggi in un supermercato di BerlinoUn bell'esempio di buone pratiche per ridurre sprechi e rifiuto viene dal supermercato berlinese Original Unverpackt - Wiener Straße 16 - di Sara Wolf e Milena Glimbovski, aperto grazie ad una raccolta fondi.

Tutti i prodotti, per la maggiorparte regionali, quindi a chilometri zero, vengono venduti rigorosamente sfusi e contenuti in igienici dispenser. I clienti quindi possono acquistare solo i quantitativi realmente necessari e provvedere al trasporto grazie a contenitori e buste portate da casa.
Lotta allo spreco alimentare, sostenibilità ambientale e utilizzo mirato delle risorse tutto in uno. A quando anche in Italia?

Read more...
Subscribe to this RSS feed

Sezioni

Economia

Lifestyle

Green

 

Chi siamo

Seguici