Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

Covid-19, bambini: come muoversi in casa giocando

Covid-19, bambini: come muoversi in casa giocando

L'attuale emergenza sanitaria causata dalla pandemia Covid-19 costringe tantissime persono e in particolare i bambini a passare molto tempo in casa. Cosa possono fare i genitori per promuovere l’attività fisica nei bambini?

Prima di tutto dare l’esempio, se i genitori sono attivi anche i bambini lo saranno, scegliere attività adeguate all’età e allo sviluppo del bambino, creare luoghi sicuri in cui giocare, sorvegliando l’attività del bambino, evitare l’utilizzo di televisori, tablet e cellulari.
Utili consigli sono on line sul sito dell'Istituto Superiore di Sanità Epicentro, che ha attivato una nuova sezione dedicata agli stili di vita. La prima parte è rivolta ai bambini da 0 a 11 anni e riguarda proprio l’importanza di svolgere attività fisica.

Per i più piccoli da 0 a 6 mesi sono consigliati giochi davanti allo specchio. Quando già sono in grado di camminare si possono inventare giochi sull’imitazione degli animali e percorsi di psicomotricità, come superare un ostacolo. Alcune attività sono invece adatte a tutte le fasce d’età: ballo, salti, capriole, stretching, per migliorare la coordinazione dei movimenti, la musica per favorire il movimento e la coordinazione, stimolare il linguaggio e l’apprendimento, il disegno e la manipolazione con paste modellabili per stimolare la creatività, la motricità e gli aspetti sensoriali, la lettura comune ad alta voce e poi autonoma per stimolare il linguaggio, l’apprendimento e l’interazione.

Ma quanta attività fisica è necessaria per i bambini e i ragazzi? Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) i livelli di attività fisica giornalieri per le diverse fasce di età sono i seguenti:

Neonati (fino a 1 anno): dovrebbero essere fisicamente attivi più volte nell’arco della giornata, sfruttando le diverse occasioni di veglia, ad esempio attraverso giochi interattivi su tappetini. Gli infanti, che ancora hanno una mobilità ridotta, possono essere messi in posizione prona, cioè a pancia in giù, più volte al giorno per circa 30 minuti totali.
Bambini 1-2 anni: dovrebbero trascorrere almeno 180 minuti in diverse tipologie di attività fisica di intensità, da moderata a vigorosa, durante l’arco della giornata.
Bambini 3-4 anni: dovrebbero trascorrere almeno 180 minuti in diverse tipologie di attività fisica, di cui almeno 60 minuti di attività di intensità da moderata a vigorosa, durante l’arco della giornata.
Bambini e ragazzi 5-11 anni: dovrebbero svolgere ogni giorno almeno 60 minuti di attività fisica di intensità da moderata a vigorosa, cui aggiungere attività per rafforzare l’apparato muscolo-scheletrico almeno 3 volte a settimana.


Consulta la scheda grafica per i bambini 0-5 anni

More in this category: « Coronavirus, per l'OMS è pandemia
back to top

Sezioni

Economia

Lifestyle

Green

 

Chi siamo

Seguici