Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

Mete di primavera. Ragusano da sogno, fioriscono gli eventi

Ragusa, patrimonio dell'umanità dal 2002 insieme alle altre sette città tardo barocche del Val di Noto Ragusa, patrimonio dell'umanità dal 2002 insieme alle altre sette città tardo barocche del Val di Noto

Sicilia da scoprire. Il ragusano tra maggio e giugno diventa protagonista di numerosi eventi, che vanno ad aggiungere fascino a una zona bellissima. Ragusa è un trionfo di chiese e palazzi tardo barocchi. Noto è un gioiello architettonico, Caltagirone uno scrigno di manualità antiche. Scicli, bella come un manto ricamato, adagiato sula valle. Città stupende e fragili, su cui anche l’Unesco ha posto la sua tutela.

Infatti otto città della Sicilia sud orientale  - Caltagirone, Catania, Militello Val di Catania, Modica, Noto, Palazzolo Acreide, Ragusa e Scicli - furono ricostruite dopo il 1693 sopra o nelle vicinanze dei resti di quelle distrutte nello stesso anno dal terremoto. e sono tutte contraddistinte da un gusto tardo-barocco unitario e riconoscibile che le caratterizza ancora oggi. Le città tardo barocche del Val di Noto rappresentatno un sito seriale inserito dall'Unesco nella lista del Patrimonio dell'umanità nel 2002.

INFIORATA DI NOTO, 18-19-20 MAGGIO - Ogni anno maestri infioratori Netini e Genzanesi rivestono via Nicolaci di coloratissimi quadri realizzati con erbe, piante decorative e petali di fiori, secondo una tradizione quasi trentennale. La via più elegante della città si trasforma, così, in una passerella di tele dipinte con i colori della natura, 16 grandi quadri accomunati ogni anno da una tematica differente, in concorso per aggiudicarsi i favori della giuria e gli sguardi stupefatti dei turisti.

SCALA INFIORATA DI CALTAGIRONE, 1-31 MAGGIO - Ogni anno, a maggio, i 142 gradini dello scalone di Santa Maria del Monte si rivestono di fiori in onore della Madonna di Conadomini, compatrona della città. Un tappeto, ogni anno diverso, realizzato con migliaia di piante e fiori, che va ad impreziosire i 130 metri della scalinata realizzata in pietra lavica e abbellita da alzate in formelle di maiolica decorata a mano.

SCICLI, FESTA DELLA MADONNA DELLE MILIZIE, 26 MAGGIO - Rievocazione della battaglia del 1091 che vide i normanni vincitori sugli arabi per intervento della Madonna, scesa su un cavallo bianco in difesa della città. La battaglia si risolse in favore dei cristiani con la liberazione di Scicli dal dominio saraceno. La processione con la statua equestre della Vergine dà inizio a una settimana di festeggiamenti e cortei, con i personaggi in costume d’epoca che ripercorrono i momenti salienti dello scontro sino all’intervento della Vergine.

RAGUSA, FESTA DI SAN GIORGIO, 25-26-27 MAGGIO - La statua del Santo Patrono Protettore della città viene condotta in processione tra le vie del centro, accompagnata da bande musicali, spari di cannone, gonfalonieri e popolazione in festa.

NOTO, FESTA DELL’ALVERIA, 27 MAGGIO - Giostre e tornei medievali, degustazioni e visite guidate allietano questa giornata dedicata alla divulgazione dell’antico nucleo cittadino di Noto, custodito nel parco dell’Alveria. Un’occasione per visitare gli angoli più nascosti dell’antico sito, dove sorge la più grande città fantasma d’Italia, ricca di ruderi di castelli, palazzi, bastioni e conventi.

ROSOLINI, PALIO DEL GRANO, 2-3-4 GIUGNO - In quest’occasione i quartieri della città si sfidano nel concorso Arte dei Madonnari che richiama artisti da tutta la provincia. Il centro storico è attraversato da un corteo di personaggi in costume d’epoca per catapultare l’atmosfera nella Rosolini di un tempo, e poi musici, sbandieratori, mostre d’arte, installazioni artistiche en plein air, rassegne agroalimentari con i prodotti tipici del territorio come la cucca, una striscia di pasta ripiena di formaggio e salsiccia, stirata, arrotolata e cotta al forno.

MARZAMEMI, FESTIVAL DEL PESCE AZZURRO, 24-25 GIUGNO - La piccola borgata marinara di Pachino dedica due giorni al pesce azzurro e a i suoi pescatori, raccontandone usi, costumi e ricette attraverso convegni, spettacoli e degustazioni. Per l’occasione si terrà anche il concorso Cuciniamo Azzurro, con gli chef impegnati in gustosi piatti a base di pesce azzurro.

back to top

Sezioni

Economia

Lifestyle

Green

 

Chi siamo

Seguici