Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

Ecorally 2019, il via domenica mattina. Le auto in gara

Ecorally 2019, il via domenica mattina. Le auto in gara

In partenza domenica mattina la 13° edizione dell’Ecorally San Marino, con un inedito percorso che tocca molti dei Castelli della Repubblica del Titano, la Valmarecchia e Verucchio. Si tratta di una gara di regolarità su strada riservata ai veicoli ecologici e aperta a tutti. Al via 30 equipaggi che si sfideranno per circa 105 km. 2 le semitappe, 4 i controlli orari e 25 i pressostati.


Dopo le verifiche tecniche del pomeriggio del sabato, i 30 equipaggi in gara partono il 22 settembre, giornata che chiude la Settimana Europea della Mobilità, a un minuto di distanza l’uno dall’altro dalle 09.30 dal centro di Montegiardino, il più piccolo e il più ecologico dei Castelli della repubblica sammarinese.

Attraversano poi il Castello di Fiorentino per raggiungere le pendici del Monte Titano e scendere alla Baldasserona nel Castello di Acquaviva. In località Gualdicciolo, i concorrenti lasciano il territorio della Repubblica per salire allo storico borgo di Verucchio (in provincia di Rimini), culla della dinastia dei Malatesta, signori di Rimini. Una sosta per l’aperitivo offerto dalla Comunità Verucchiese, e poi a ritroso si ritorna nuovamente in basso verso il Confine di Stato di Gualdicciolo per rientrare nel Territorio sammarinese, con meta la zona sportiva del Centro Tennis di Fonte dell’Ovo e poi rientro a Montegiardino.
Dopo la sosta per il pranzo in piazza, durante la quale i veicoli elettrici approfittano per ricaricare le batterie, la ripresa della competizione porta l’eco-carovana nel Castello di Faetano. Da qui, salita alla città di San Marino, la capitale della Repubblica, con transito nel centro storico. Ritorno nella zona del Centro Tennis e della casa del Calcio, poi Faetano e infine sosta all’Apicoltura Guiducci per merenda e torneo Duathlon Auto+Tiro con l’Arco. Con il rientro a Montegiardino alle 17.30 si conclude la gara. Seguono, alla 18.30 circa, le premiazioni.

L’edizione 2019 vede in gara mezzi elettrici, ibridi, mono, bifuel e dual fuel gassosi (GPL e metano), biocarburanti, idrogeno divisi in quattro gruppi: Gruppo S Classe A – Auto Elettrica e Elettrica ibrida plug-in; Gruppo M Classe B – Auto a Metano, a GPL, a Biocarburanti e Classe C - Auto Ibride non plug-in; Gruppo R Classe D – Auto a Idrogeno e Classe E – Auto a Idrogeno Fuel Cell; Gruppo O Classe F - Moto Elettrica e Classe G - Moto a Metano e GPL.

L’obiettivo della manifestazione è quello di promuovere i veicoli a energie alternative e a basso impatto ambientale e già da 10 anni è affiancata dall’Ecorally Press, in collaborazione con Assogasliquidi/Federchimica e Consorzio Ecogas, nel quale gareggiano equipaggi composti da giornalisti. Nell’ambito del Press viene assegnato anche il Trofeo Nello Rosi, in collaborazione con Ecomobile.

Le news dalle auto in gara. L’Automobile Club d’Italia partecipa all’Ecorally Press dal suo esordio e non poteva mancare. Due gli equipaggi in gara. Paolo Benevolo, direttore del magazine ACI Onda Verde, con Fabrizio Giamminuti, Ufficio Energy Manager Università “La Sapienza”, su una Ford Mondeo ibrida e Andrea Cauli con Marco Perugini in rappresentanza dell'ufficio stampa ACI e della rivista L'Automobile, alla guida di una Hyundai Ioniq plug-in.
Vincitore delle prime tre edizioni del Press – 2009, 2010 e 2011 - conferma la presenza Roberto Chiodi, La Repubblica, alla guida di una Lancia Ypsilon GPL, navigatore Remo Chiodi.
Numerosi gli esordienti. Fra questi ben quattro equipaggi di San Marino RTV: Roberto Chiesa e Meris Andreani su Toyota Hybrid, Palmiro Faetanini ed Enrico Rinaldi su Smart Elettrica, Elia Gorini e Stefania Balducci con una Fiat Idea a GPL, Alessandro Ciacci e Marina Lazzarini su BMW 13 Elettrica. Sempre nell’Ecorally Press, per il quotidiano Avvenire al suo esordio all’Ecorally anche Mariano Da Ronch con Maria Milva Gandini su Hunday Ioniq ibrida plug-in.
Ritornano invece per Auto Lodovico Basalù con Domenico Fuggiano a bordo di una AUDI Q5 Ibrida plug-in, la presidente Uiga Marina Terpolilli con Massimo Quarta su DR 3 bi-fuel GPL, Francesco Ippolito e Stefania Chiavarini per Linea Motori Perugia Today su Lancia Ypsilon a Metano, Carlo Valente di Infomotori Andiamoelettrico.it e Tiziana Fait di Motori in Rosa su Tesla Model S, Motori No Limits con Valerio Boni e Tiziana Carcagni su Opel Astra SW a Metano. Alla sesta partecipazione Sicurauto.it, con Luca Comandini e Christian Garavelli su Seat Ibiza a metano. Ha partecipato a tutte le edizioni anche Ecomobile, in competizione con Stefano Panzeri e Chiara Giglietti a bordo di una Fiat Panda a metano.
Per la scuderia Montecarlo Engineering Racing Team è in gara Massimo Liverani, più volte campione delle energie alternative, insieme a Fulvio Ciervo, a bordo di un’Alfa Romeo Giulietta a GPL.
Equipaggi anche da Canada, Polonia e Slovenia. Citiamo le scuderie Nytco Motorsport, che partecipa all’Ecorally da molti anni, con Lukasz Nytco e Artur Najder su Toyota Yaris ibrida e la scuderia Ecomobility, con Anze e Primoz Lemez su Volkswagen e-Golf.
A completare il quadro Marco Castellazzi e Alan Calzolari a bordo di una trifuel, la Toyota Hybrid Elettrica / GPL che ha recentemente partecipato anche al Rally della Stampa, Mario Mancini e Maurizio Tassi su Tesla, Massimo Gori e Federico Rugi su DR 3 EV Elettrica, i Regolaristi Sammarinesi con Corrado Marzi e M.Luisa Menicucci su Alfa Romeo Brera GPL, la Scuderia San Marino con Giuseppe e Laura Macina su Toyota C-HR, Silvio Bressani e Monica Mondadori su Hunday Ioniq ibrida plug-in, Ranieri Auto con Roberta Simonelli ed Errico Rinaldi a bordo di una Smart F Two Elettrica, Renauto con Federico Perrella e Maria Luisa Tordi su Renault ZoeElettrica, Greennova con Leonardo Militi e Paolo Zanchetta su Nissan Leaf Elettrica.
In gara anche le due ruote: Japancar con Alessandro Gugnali in sella a una Moto JonWay D11 Elettrica e Ranieri Auto con Ivan Ranieri su Moto ME Elettrica.

L’Ecorally San Marino si svolge con la collaborazione della Uiga – Unione Italiana Giornalisti Automotive, il patrocinio di AER.SM, Associazione Aziende Energia Rinnovabile San Marino, della Giunta di Castello di Montegiardino e delle Segreterie di Stato Territorio e Ambiente, Turismo e Cultura della Repubblica di San Marino.
Numerosi i partner tecnici e non che hanno messo a disposizione auto e carburanti ecologici, location e strutture. Tra questi il main sponsor Energreen di San Marino, che ha fornito i punti di ricarica per i veicoli elettrici in gara, BRC Gas Equipment, Lampogas, Punto Gas, Slime, Vincenzo Catarsi Mare - Calafuria, Zannoni Carburanti e Zavoli.
L’evento è organizzato in conformità con il Codice Sportivo Internazionale FIA (Federazione internazionale dell’Automobile); la gestione tecnico-regolamentare è a cura della F. A. M. S. (Federazione Auto Motoristica Sammarinese) tramite i propri Ufficiali di Gara; i rilevamenti cronometrici sono della F. S. Cr. (Federazione Sammarinese Cronometristi).

Last modified on%PM, %26 %615 %2019 %13:%Set
back to top

Sezioni

Economia

Lifestyle

Green

 

Chi siamo

Seguici