Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

Vetture ibride plug-in: ora si possono trasformare a GPL

Vetture ibride plug-in: ora si possono trasformare a GPL

Landi Renzo, componenti e sistemi di alimentazione a Gas Naturale, LNG, Idrogeno e GPL, ha ottenuto l’estensione dell’omologazione dei propri impianti anche per l’utilizzo sulle moderne vetture PHEV (Plug-In Hybrid Electric Vehicle).

A fronte delle crescita delle nuove immatricolazione di vetture con powertrain sempre più elettrificati Landi Renzo  ha deciso di estendere la sua gamma prodotti per la conversione a GPL dei veicoli a benzina, alle vetture dotate di tecnologia Full Hybrid e Plug-In Hybrid.

Nell’anno appena trascorso tali categorie di veicoli hanno infatti registrato un incremento delle immatricolazioni rispettivamente del 90.2% (Full Hybrid alimentate a benzina) e del 157.1% Plug-In Hybrid, registrando un totale di 435.568 immatricolazioni che rappresentano quasi il 30% di tutte le vetture immatricolate nel 2021.

"Dopo un attento sviluppo ed un'accurata attività di calibrazione, le soluzioni tecnologiche sviluppate per la conversione di tali vetture hanno quindi ottenuto - prima nel settore, ha evidenziato in una nota - l'omologazione da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e sono oggi disponibili presso la rete di officine Landi Renzo per la conversione di autovetture ibride, quali ad esempio Toyota Prius, Jeep Renegade e Compass 4xe, Renault Captur."

Landi Renzo è ora in grado di convertire nel mercato Aftermarket la quasi totalità dei veicoli ibridi con alimentazione elettrico/benzina in motori "trifuel" (elettrico/benzina/GPL), ponendosi come promotore di una tecnologia davvero sostenibile ed economicamente vantaggiosa.

"Riteniamo infatti che i vantaggi di conversione di un veicolo ibrido in particolari condizioni di utilizzo, siano per i nostri clienti ancora maggiori di quelli derivanti dalle conversione di veicoli con il solo motore a combustione interna. Una vettura ibrida può infatti sfruttare la maggior coppia data dalla trazione (o dal supporto) elettrico in tutte le fasi di accelerazione tipiche del contesto cittadino, diversamente a velocità costante (pensiamo ad un percorso in tangenziale, strada statale, superstrada o autostrada), al motore endotermico sarà demandato tutto il carico di lavoro. In questa condizione la possibilità di avere una alimentazione alternativa, come ad esempio GPL, garantirà a nostro avviso sicuramente una maggiore economia di esercizio."

back to top

Sezioni

Economia

Lifestyle

Green

 

Chi siamo

Seguici