Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

Dieselgate, inizia l’aggiornamento di Passat, CC ed Eos

Dieselgate, inizia l’aggiornamento di Passat, CC ed EosL’Autorità Federale dei Trasporti tedesca (KBA) ha approvato le misure tecniche per i modelli Volkswagen Passat, CC ed Eos equipaggiati con motore 2.0 TDI della famiglia EA189. Sono oltre 800.000 le vetture coinvolte che verranno aggiornate il prima possibile, oltre 13.000 in Italia. Dopo aver ricevuto comunicazione scritta dalla Volkswagen, i proprietari delle vetture interessate potranno subito fissare un appuntamento nei Centri di Assistenza.

Questo intervento fa parte della campagna di implementazione delle misure tecniche per i veicoli coinvolti cominciata all’inizio di quest’anno. Jürgen Stackmann, Membro del Consiglio di Amministrazione per il marchio Volkswagen responsabile per Vendite, Marketing e Post-Vendita, ha affermato: “L’inizio della Campagna d’intervento per Passat, CC ed Eos comprende un gran numero di vetture che verranno aggiornate presso i Service Partner Volkswagen. Sono soddisfatto che l’implementazione delle misure tecniche su oltre 800.000 vetture possa iniziare. I nostri Concessionari e Service Partner sono pronti”.
Tutti i proprietari delle vetture interessate hanno già ricevuto per iscritto conferma che la loro automobile è interessata dalla campagna d’intervento; ora, riceveranno una seconda comunicazione che chiede loro di fissare un appuntamento con il proprio Service Partner Volkswagen. Via via che altri software per l’aggiornamento saranno disponibili, anche gli altri Clienti Volkswagen riceveranno questa seconda comunicazione.
All’esito dell’intervento, le vetture rispetteranno pienamente le normative vigenti.
L’Autorità Federale dei Trasporti tedesca (KBA) ha anche confermato in modo inequivocabile che le soluzioni tecniche per questi modelli non comporteranno alcuna modifica ai consumi di carburante, alle prestazioni o alle emissioni acustiche delle vetture interessate, così come fatto in precedenza per tutti gli altri veicoli per i quali è stata finora approvata la campagna.
L'aggiornaento di tutti i veicoli interessati, sottolinea Volkswagen, avverrà in stretto coordinamento con le Autorità competenti. "Ai Clienti Volkswagen non verrà addebitato alcun costo per la realizzazione dell’intervento. Inoltre, a tutti i Clienti saranno offerte appropriate opzioni di mobilità sostitutiva a titolo gratuito."
L’inizio della campagna d’intervento per le auto equipaggiate con motori 1.2 TDI della famiglia EA189, inizialmente previsto per il secondo trimestre del 2016, sarà posticipato: la Volkswagen è in attesa di ricevere l'approvazione per le soluzioni tecniche per altri modelli di volume equipaggiati con motori 2.0 TDI.
I veicoli interessati, ricordano, sono tecnicamente sicuri e adatti alla circolazione su strada senza alcuna limitazione. L'attuazione delle misure tecniche è in corso in tutta Europa secondo un calendario e un piano d'azione coordinati con l'Autorità Federale dei Trasporti tedesca (KBA).

Leggi anche:

Dieselgate, Volkswagen dà il via alla Campagna EA189 per la Golf

Volkswagen. Al via la campagna per i motori Diesel EA189 in Europa

back to top

Sezioni

Economia

Lifestyle

Green

 

Chi siamo

Seguici