Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

Clima. Alessandro Modiano Inviato Speciale per il cambiamento climatico

Clima. Alessandro Modiano Inviato Speciale per il cambiamento climatico

Il Ministro Plenipotenziario Alessandro Modiano è stato nominato Inviato Speciale per il Cambiamento climatico da parte del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, e del Ministro per la Transizione Ecologica, Roberto Cingolani.


La decisione di dotarsi di un Inviato Speciale per il clima deriva dal peso sempre maggiore della diplomazia climatica, ormai componente fondamentale della politica estera dell’Italia e dell’Unione Europea, e dal ruolo da protagonista a livello internazionale assunto dall’Italia con la Presidenza del G20 e la partnership della Presidenza del Regno Unito della COP26.

L’Inviato Speciale per il Cambiamento climatico, scelto dal ministro della Transizione Ecologica come Direttore Generale per l’attività europea e internazionale del MiTE, svolgerà un’importante azione di raccordo tra MAECI e MiTE e sarà il riferimento per la dimensione esterna delle politiche di contrasto al cambiamento climatico delle varie Amministrazioni italiane.

“Con la nomina di un Inviato Speciale per il Clima, l’Italia conferma così il suo impegno nella lotta ai cambiamenti climatici e la volontà di confermare la propria leadership su uno dei temi decisivi per la sopravvivenza del nostro Pianeta così come lo conosciamo”, ha commentato il Ministro Di Maio.

Per il ministro Cingolani "Questa nomina rafforza ulteriormente la leadership dell'Italia nella lotta ai cambiamenti climatici e rappresenta un ulteriore importante strumento grazie al quale il nostro Paese può affrontare l'emergenza del riscaldamento globale. In quest'ottica, la collaborazione MiTE MAECI emerge come un'opportunità straordinaria all'interno di una partita di portata mondiale".

back to top

Sezioni

Economia

Lifestyle

Green

 

Chi siamo

Seguici